I balloon fra i Sassi
Scritto da Direttore   
Venerdì 08 Febbraio 2013 11:12
Prima edizione materana del festiva

I balloon fra i Sassi

Il turismo accessibile può essere una risorsa economica e una ricetta anti-crisi, con grandi potenzialità di sviluppo proprio perché punta sul miglioramento dell'offerta attraverso la qualità dei servizi e dell'accoglienza e sull'ampliamento dei potenziali fruitori

 

«I Sassi finalmente volano» ovvero la prima edizione materana del Balloons International Festival, che avverrà durante il mese di marzo 2013, è un'importante occasione per proporre e sperimentare una provocante iniziativa di coinvolgimento dei Sassi materani e del prospiciente Altopiano murgico nel cosiddetto turismo accessibile o turismo per tutti.
Sassi, paesaggio, natura, rispetto e protezione ambientale, mobilità ecologica e sostenibile, pedonalità, gastronomia locale, intrattenimento, eventi culturali ed elementi di attrazione turistica vogliono aprirsi a chiunque per comunicare, attraverso esperienze attive e partecipazione diretta, l'emozione di ritrovare, oggi, antica sapienza, antichi saperi, antichi sapori nella convinzione che gli aspetti sostenibili e responsabili del turismo «intelligente» non possano assolutamente prescindere dalla sua capacità di essere turismo solidale, accogliente e inclusivo.
Turismo sostenibile e responsabile è, prima di tutto, anche un turismo per tutti, aperto a tutti, senza alcuna esclusione o discriminazione. La provocazione e la sfida consistono appunto nella possibilità (anche da parte di persone con disabilità e con bisogni specifici) di gustare e godere, di percorrere, sentire, ascoltare, vedere, toccare, respirare, in definitiva di vivere un luogo morfologicamente, culturalmente e storicamente straordinario ma «scomodo» che, nel passato, fu un ambiente umano attentissimo alle risorse naturali e ricco di valori solidali di vicinato.
Volo turistico in mongolfiere accessibili anche a passeggeri in carrozzina, itinerari orientati alla pedonalità (ma anche percorribili in carrozzina e con piccoli mezzi ecologici utilizzabili specie da chi ha problemi motori o di affaticamento) connotati da forti elementi di plurisensorialità, sia per andar incontro a specifiche esigenze di persone con difficoltà percettive sia per consentire a qualsiasi persona una riscoperta dei sensi (da quelli «canonici» alle cosiddette percezioni extrasensoriali), applicazioni su tecnologie mobili con audiodescrizioni per non vedenti e video sottotitolati e in Lis (Lingua dei segni italiana) per sordi sono alcuni degli aspetti del turismo accessibile che possono diventare, nei Sassi a Matera, nuovi «attrattori» per richiamare, coinvolgere, stupire flussi turistici aggiuntivi.
E si sa che il turismo accessibile può essere una risorsa economica e una ricetta anti-crisi, con grandi potenzialità di sviluppo proprio perché punta sul miglioramento dell'offerta attraverso la qualità dei servizi e dell'accoglienza e sull'ampliamento dei potenziali fruitori.

(Fonte Festival internazionale mongolfiere)

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Febbraio 2014 11:00
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner